Vai menu di sezione

Interventi economici e agevolazioni tariffarie

Tariffa per l'orario prolungato nelle scuole d'infanzia

  • La durata massima giornaliera dell’orario prolungato nelle scuole dell’infanzia è di tre ore oltre alle sette di ordinaria apertura della scuola. Il Comitato di gestione di ogni singola scuola, prima dell’apertura delle iscrizioni, delibera e rende noto alle famiglie l’orario normale di apertura della scuola e individua le ore di prolungamento, che potranno essere attivate solo in presenza di un numero minimo di richiedenti secondo i criteri indicati nelle disposizioni generali per l'iscrizione e l'ammissione alle scuole dell'infanzia, definiti annualmente dalla Giunta provinciale.

Tariffa per la mensa scolastica

  • Il servizio di mensa scolastica è istituito per gli alunni delle scuole dell’infanzia, per gli studenti del primo ciclo di istruzione (scuola primaria e scuola secondaria di primo grado) e per gli studenti del secondo ciclo di istruzione e formazione (scuole superiori e formazione professionale).

    Dal 2016 è possibile portare in detrazione nel 730 le spese sostenute per la mensa scolastica dei figli che frequentano la scuola dell’infanzia, quella primaria e quella secondaria di primo e secondo grado.

Borse di studio per studenti-atleti

  • La Provincia concorre alle spese di istruzione e formazione sostenute dai giovani atleti trentini che si sono distinti per merito sportivo e scolastico conseguiti nell’ultimo anno scolastico concluso, con l’erogazione di borse di studio del valore di 1.500,00 € ciascuna.

Voucher culturale per le famiglie

  • Il “Voucher culturale per le famiglie” prevede l’assegnazione di un contributo a favore dei figli minorenni delle famiglie numerose e delle famiglie a basso reddito, per la fruizione di servizi culturali (scuole e bande musicali, teatri e cinema) fruibili nel corso di un anno.

Interventi nazionali

  • Gli interventi sono in costante evoluzione – revisione.
    Informazioni aggiornate e dettagliate sono reperibili sul sito www.inps.it

Assegno Unico Provinciale - AUP

  • Il nuovo strumento messo a punto dalla Provincia di Trento per contrastare la povertà e consentire a tutti i nuclei familiari di raggiungere una condizione economica sufficiente a soddisfare i propri bisogni.

Assegno di studio per la retta scolastica per gli studenti frequentanti le istituzioni scolastiche paritarie della provincia di Trento

  • Concessione di un assegno di studio a fronte delle spese di iscrizione e frequenza delle scuole paritarie con sede in provincia di Trento. L'assegno di studio è corrisposto nell'ammontare compreso fra la misura minima di euro 50,00 fino all'importo massimo di euro (gli importi sono riferiti all’anno scolastico 2017/18):

    - 600 per la scuola primaria,

    - 700 per la scuola secondaria di primo grado (media);

    - 1.100 per la scuola secondaria di secondo grado (superiore).

Locazione alloggio pubblico a canone moderato

  • Il "canone moderato" è un canone di locazione a tariffe più basse rispetto ai valori medi di mercato e si rivolge a una fascia di famiglie in condizioni socio-economiche medie (ICEF superiore allo 0,18 e inferiore o uguale allo 0,39). Parametri obiettivi tengono conto della condizione familiare, di quella abitativa, di quella economica (reddito e patrimonio) e dell'anzianità di residenza in Trentino, al fine di determinare una graduatoria.

Assegno di cura

  • Con questo contributo si intende favorire e supportare la permanenza delle persone non autosufficienti nel proprio ambito domiciliare. L’assegno di cura è destinato all’acquisizione di servizi assistenziali e/o riabilitativi di tipo domiciliare o ambulatoriale o semiresidenziale. 

Fornitura gratuita di testi scolastici

  • Fornitura gratuita dei testi scolastici in proprietà agli alunni della scuola primaria, effettuata direttamente dalle istituzioni scolastiche.

    Fornitura dei testi scolastici in comodato gratuito agli alunni della scuola secondaria di primo grado (scuola media) e agli studenti iscritti al biennio della scuola secondaria di secondo grado (scuola superiore) e della formazione professionale presso gli istituti con sede in provincia.

Pagina pubblicata Martedì, 13 Febbraio 2018 - Ultima modifica: Mercoledì, 21 Marzo 2018

Valuta questo sito

torna all'inizio del contenuto