Vai menu di sezione

Servizi di conciliazione accreditati per l'uso dei buoni di servizio

Servizio nato per integrare la filiera con un'offerta che si differenzia e connota per la sua flessibilità. Vuole dare alle famiglie l'opportunità di avvalersi di uno strumento adeguato a colmare il vuoto di altre tipologie di servizio.

Il comune può promuovere e sostenere tale servizio in assenza di servizio pubblico.

Il servizio offerto è rivolto a bambini tra i 3 mesi ai 3 anni, estendibile a bambini sino a 6 anni ma solo nei periodi e tempi extrascolastici, limitatamente ai posti disponibili.

I costi del servizio possono essere coperti fino all'85% dell'importo orario dai buoni di servizio/FSE. La famiglia dovrà richiedere i buoni presso la Struttura Multifunzionale Ad Personam sulla base dell'indicatore della condizione economica (ICEF).

Caratteristiche dell'offerta:

  • numero posti contenuto;
  • orientativamente con carattere di continuità e stabilità nel corso dell'anno: 5/7 giorni alla settimana per 4 - 12 ore al giorno;
  • grande flessibilità di orario;
  • frequenza diversificata per garantire ai genitori di conciliare professione e famiglia;
  • servizio mensa e sonno sono da verificare direttamente con la singola struttura che eroga il servizio;
  • operatori qualificati e annualmente aggiornati;
  • progetto educativo.

Servizi complementari per la fascia 3/14 anni

Servizi nati per colmare il vuoto nel periodo/ orario di sospensione del calendario scolastico. Tutti detti servizi devono essere erogati, anche in forma cumulata tra loro, in modo complementare ai servizi erogati dalle realtà istituzionali operanti allo stesso titolo sul territorio provinciale, vale a dire al di fuori delle fasce orarie (incluso il prolungamento d’orario - in termini di anticipo o posticipo - se ordinariamente previsto) e/o dei giorni garantiti dai calendari annuali dei nidi di infanzia, delle scuole dell’infanzia e delle istituzioni scolastiche pubbliche o convenzionate presenti sul territorio provinciale.

Tutte le tipologie di servizi di conciliazione, sia con carattere di continuità e stabilità, sia in modo complementare ai servizi erogati dalle realtà istituzionali, sono erogati con requisiti professionali, strutturali, organizzativi e di progettualità pedagogica-educativa, individuati e verificati dall'Agenzia per la coesione della Provincia autonoma di Trento in collaborazione con l’Ufficio Fondo Sociale Europeo. Il comune accerta che le strutture siano idonee dal punto di vista igienico-sanitario, strutturale e della sicurezza.

 

Come aderire

1. Agenzia per la coesione sociale, via don G. Grazioli, 1 - 38122 Trento, Tel. 0461/494110 - 4112 Fax 0461/494111, agenzia.coesionesociale@provincia.tn.itwww.trentinofamiglia.it

2. Struttura Multifunzionale Territoriale “Ad Personam” - Ufficio Fondo Sociale Europeo, Via Pranzelores, 71 – 38121 Trento, numero verde 800 163 870, buoniservizio.fse@provincia.tn.itwww.fse.provincia.tn.it

3. Ufficio competente del Comune di residenza, Ufficio competente della Comunità di residenza

NORMATIVA

Deliberazione della Giunta Provinciale n.322 del 2 marzo 2018, Modifica della deliberazione della Giunta Provinciale 14 dicembre 2017, n.2147 avente ad oggetto "Criteri, modalità, termini e aree di intervento di erogazione dei Buoni di Servizio relativi alla Programmazione Fondo Sociale Europeo 2014-2020 per il triennio 2018 - 2020."

Deliberazione della Giunta Provinciale n. 2147 del 14 dicembre 2017, Criteri, modalità, termini e aree di intervento di erogazione dei Buoni di Servizio relativi alla Programmazione Fondo Sociale Europeo 2014-2020 per il triennio 2018 - 2020.

Successive modifiche alle Delibere n. 2147/2017 e n.322/2018 : Deliberazioni n. 1260 del 21.08.2020, n. 1772 del 6.11.2020 e n. 1280 del 30.07.2021

Deliberazione della Giunta Provinciale n. 2016 del 1 dicembre 2017, "Modalità e termini per il monitoraggio qualitativo dell'erogazione del servizio secondo quanto previsto dalla deliberazione della Giunta provinciale n. 578 del 2015 ed il riconoscimento dei percorsi formativi e di mantenimento della competenza professionale per gli operatori dei servizi educativi di conciliazione "successivamente modificata con Delibera di Giunta Provinciale n. 1238 del 22 agosto 2019.

Legge Provinciale 2 marzo 2011, n. 1, Sistema integrato delle politiche strutturali per la promozione del benessere familiare e la natalità.

Copertura geografica
Pubblicato il: Mercoledì, 07 Marzo 2018 - Ultima modifica: Mercoledì, 19 Gennaio 2022

Valuta questo sito

torna all'inizio del contenuto