Vai menu di sezione

Anticipazione dell'assegno di mantenimento a tutela dei minori

Anticipazione da parte della Provincia Autonoma di Trento delle somme destinate al mantenimento dei minori, ma non pagate dal genitore obbligato. Dopo l’erogazione, la Provincia riscuote dal genitore obbligato al mantenimento le somme concesse in via anticipata e gli interessi legali maturati.

Dopo l’erogazione, la Provincia riscuote dal genitore obbligato al mantenimento le somme concesse in via anticipata e gli interessi legali maturati.

Condizioni per l’erogazione:

  1. l’esistenza di un provvedimento del Tribunale che stabilisce l’importo e le modalità di contribuzione al mantenimento da parte del genitore obbligato;
  2. entrambi i genitori siano stati residenti in provincia di Trento prima dell’emissione del provvedimento del Tribunale;
  3. l’atto di precetto ritualmente notificato e non ottemperato nel termine di dieci giorni da parte del genitore inadempiente o la sentenza dichiarativa di fallimento delle imprese di cui è titolare;
  4. la minore età del figlio destinatario dell’assegno;
  5. la dichiarazione della surroga rilasciata dal richiedente, con la quale viene trasferito alla Provincia Autonoma di Trento il diritto di credito nei confronti del genitore obbligato al mantenimento, in misura pari alle somme anticipate al beneficiario.
Chi può fare domanda

Genitore, purché non convivente con il genitore obbligato al mantenimento, o altro soggetto affidatario a condizione che:

  • sia residente sul territorio della provincia di Trento;
  • appartenga al nucleo familiare del minore;
  • la sua condizione economica e patrimoniale e quella del minore siano nei limiti dei parametri ICEF stabiliti dalla Provincia Autonoma di Trento -Valori dell’indicatore ICEF < 0,19.
Aventi diritto
Come aderire

La domanda è presentata all'Agenzia provinciale per l'assistenza e la previdenza integrativa, anche per il tramite degli sportelli periferici della Provincia. Al momento della richiesta è necessaria la documentazione di cui ai punti 1 e 2 e un attestazione ICEF in corso di validità.

Per saperne di più:

1. Sportelli Periferici della Provincia

2. Agenzia provinciale per l’assistenza e la previdenza integrativa

Via Zambra, 42 - 38121 Trento

Tel. 0461/493234 Fax 0461/493233

agenzia.prev@provincia.tn.it

www.provincia.tn.it/apapi

Normative

Deliberazione della Giunta provinciale del 21 ottobre 2016, n. 1863, Legge provinciale sulle politiche sociali, art. 10. Primo stralcio del programma sociale provinciale 2016-2018 e finanziamento delle attività socio-assistenziali di livello locale.

Deliberazione della Giunta provinciale del 23 maggio 2008, n. 1280, Anticipazione dell’assegno di mantenimento di cui all’articolo 28 bis della legge provinciale n. 14 del 1991. Criteri e parametri per l’accertamento della condizione economica familiare (ICEF) e adempimenti a carico degli Enti gestori.

Decreto del Presidente della Provincia del 12 febbraio 2008, n. 4-III/Leg, Regolamento di esecuzione dell’articolo 28 bis della legge provinciale 12 luglio 1991, n. 14 (Ordinamento dei servizi socio assistenziali in provincia di Trento), concernente l’anticipazione dell’assegno di mantenimento a tutela dei minori.

Legge provinciale del 27 luglio 2007, n. 13, Politiche sociali nella provincia di Trento

Legge provinciale 6/2020, Art. 22, comma 2.

Copertura geografica
Punti di contatto

Agenzia provinciale per l’assistenza e la previdenza integrativa - Provincia Autonoma di Trento

  • E-mail: agenzia.prev@provincia.tn.it
  • Fax: 0461/493233
  • Telefono principale: 0461/493234
  • Sito web: https://www.provincia.tn.it/apapi
  • Indirizzo: Via Zambra, 42 - 38121 Trento
Pubblicato il: Lunedì, 05 Marzo 2018 - Ultima modifica: Giovedì, 27 Gennaio 2022

Valuta questo sito

torna all'inizio del contenuto