Festival della famiglia 2019

Denatalità: emergenza demografica, culturale ed economica.

Quali gli impatti e quali le politiche di contrasto efficaci?



L'edizione 2019 del Festival della famiglia tratterà le questioni legate alla denatalità. Viviamo in un Paese che fa sempre meno figli: in soli dieci anni infatti, dal 2008 al 2018, le nascite si sono ridotte del 22 per cento e i modelli statistici previsionali prospettano per gli anni a venire scenari drammatici da "vuoto demografico". Si tratta di una vera e propria emergenza demografica che inevitabilmente trascina con sé un'emergenza sociale e un'emergenza economica. Il fenomeno non caratterizza solo i Paesi con un'economia rallentata, ma interessa tutti i paesi europei, anche quelli con tassi di crescita elevati, quasi prospettando una sorta di incompatibilità intrinsiche tra "crescita economica" e "crescita demografica". Nei vari seminari e workshop del Festival saranno discusse le cause e gli impatti che tale declino demografico produrrà sui territori sia nel contesto nazionale che internazionale.

Per quanto riguarda le cause è oramai riconosciuto scientificamente che il calo delle nascite non si riconduce a un'unica motivazione, ma a una pluralità di ragioni di natura economica, sociale, culturale, etica... Certo è che lo shock demografico avrà un impatto diretto non solo sulla società, ma anche e soprattutto sull'economia, sia a livello di macro-sistema (sostenibilità del welfare e dei conti pubblici) che a livello di micro-sistema, ripercuotendosi sulle famiglie (di dimensioni sempre più piccole, sempre più anziane e con reti parentali/amicali sempre più ridotte) e sulle imprese (con lavoratori sempre più anziani e con ricadute sulla produttività aziendale e sul trasferimento delle competenze).

Durante il Festival saranno confrontate e discusse, attraverso una ricca proposta di seminari, le politiche di contrasto alla denatalità adottate in diversi contesti europei, dal sostegno al reddito per le famiglie con figli al potenziamento della filiera dei servizi di conciliazione vita-lavoro, dalle politiche per i giovani di supporto alla transizione all'età adulta alle politiche del lavoro e della casa.

La dinamica demografica è destinata a diventare uno dei fattori sfidanti per l'economia locale poiché può accrescere la competitività, la produttività e l'attrattività territoriale. Lo sviluppo socio-economico dipenderà sempre più infatti, oltre che dalle politiche economiche, anche dalle politiche sul benessere familiare che, favorendo il mantenimento della popolazione sul territorio, possono innescare dinamiche demografiche equilibrate con rapporti sostenibili tra giovani ed anziani. In questo modo si potranno garantire anche alle generazioni future benessere economico, prestazioni socio-sanitarie e previdenziali sostenibili e di qualità.

News

Pagina pubblicata Venerdì, 23 Febbraio 2018 - Ultima modifica: Mercoledì, 15 Maggio 2019

Valuta questo sito

torna all'inizio del contenuto