Vai menu di sezione

La certificazione Family Audit: bilancio di un anno

In data 24 aprile 2020 è stato approvato il “Rapporto sullo stato di attuazione della certificazione Family Audit alla data 31 dicembre 2019” con determinazione dirigenziale dell’Agenzia per la famiglia n. 143.

Il Rapporto di attuazione è uno strumento di rendicontazione che fornisce alle organizzazioni informazioni utili sugli esiti raggiunti in termini di benessere personale e aziendale attraverso l’implementazione del processo di certificazione Family Audit.

Restituisce inoltre una fotografia della distribuzione territoriale delle organizzazioni certificate Family Audit, delle loro caratteristiche (natura giuridica, dimensioni, tipo di attività, lavoratori coinvolti, ecc) delle tipologie di misure di conciliazione vita –lavoro più ampiamente applicate nei Piani aziendali, allo scopo di capitalizzare l'esperienza dei singoli iter, lo scambio di buone pratiche e la promozione di reti territoriali di collaborazione.

Cos’è il Family Audit? Lo standard Family Audit è uno strumento di management e di gestione delle risorse umane messo a disposizione delle organizzazioni pubbliche e private che, su base volontaria, intendono certificare il proprio impegno per l’adozione di misure volte a favorire il bilanciamento degli impegni vita e lavoro dei propri lavoratori.

I numeri: ad oggi 300 aziende italiane hanno accolto la certificazione Family Audit aderendo con entusiasmo e forte motivazione. Si tratta di un percorso virtuoso per giungere a nuovi traguardi di performance aziendali, arricchiti di pochi ma semplici ingredienti che connotano una strategia d’impresa: dipendenti soddisfatti, motivati, fidelizzati; maggiore produttività; miglioramento del clima e del benessere aziendale; tutela della maternità, ma non solo, anche riduzione dei costi del personale (es. diminuzione assenteismo, ore di permessi, ore di straordinario e giornate di malattia) grazie all’introduzione – a seguito del percorso di certificazione – di strumenti ad hoc di conciliazione vita e lavoro. Qualche esempio concreto di misure adottate nelle aziende, a seguito della certificazione: orario flessibile, nidi aziendali, banca delle ore, lavoro agile, telelavoro, bilancio sociale, contributi per attività estive per i figli dei dipendenti, ecc.

Diffusione dello standard Family audit: Nel Rapporto si dà ampia e puntuale descrizione dello stato di diffusione della certificazione Family Audit su tutto il territorio nazionale, in particolare nel nord Italia e con una buona presenza anche nel centro e nel sud Italia.

Contenuti. Il Rapporto è suddiviso in due parti:

1) nella prima parte si descrive l’evoluzione dello standard Family Audit: dal suo esordio avvenuto nell’anno 2008 fino al 31 dicembre 2019, i passaggi significativi più importanti indicando le partnership a livello nazionale ed europeo; delinea altresì gli strumenti e il sistema di premialità con la descrizione anche dei compiti e dei ruoli degli attori della certificazione;

2) nella seconda parte si illustra il numero dei provvedimenti adottati in materia, le strutture organizzative coinvolte pubbliche e/o private, il contesto economico e sociale di riferimento. Il Report intende offrire una sintesi rispetto ai risultati raggiunti in riferimento ai Piani aziendali Family Audit, alle misure di flessibilità, all’impatto della benchmark analysis, al fine di sviluppare ulteriormente, anche a livello europeo, una cultura di conciliazione vita e lavoro concreta e vicina ai bisogni degli occupati e delle organizzazioni.

IN ALLEGATO IL REPORT

PER MAGGIORI INFORMAZIONI:

Ufficio Family Audit

tel: 0461 49 3236 - 49 4110

e-mail: familyaudit@provincia.tn.it

Data di pubblicazione
11/05/2020
Politiche familiari
Parole chiave
Pagina pubblicata Lunedì, 11 Maggio 2020

Valuta questo sito

torna all'inizio del contenuto