Vai menu di sezione

Family Audit: valore nodale per il benessere aziendale

Il meeting si è tenuto il 12 aprile presso la sede di Confindustria Trento

12 aprile 2022

L'assessore alle politiche per il benessere familiare della Provincia Autonoma di Trento, ha portato i saluti del Presidente e della Giunta e ha dichiarato: “Family Audit significa benessere per i propri dipendenti. Se i dipendenti stanno bene, lavorano bene con una ricaduta positiva in azienda e i dati lo confermano all’interno delle aziende certificate. Tengo a sottolineare – ha proseguito - che l’azienda che si cimenta in questo percorso fa una cosa importante e cioè ascolta i propri lavoratori e questa “Operazione Ascolto” si traduce poi nell’introduzione di azioni concrete di conciliazione tra i tempi di vita e i tempi di lavoro. In un periodo come questo che registra un calo delle nascite, a maggior ragione, dobbiamo investire nel welfare aziendale e nel futuro dei nostri giovani, al fine che possano trovare lavoro e creare una famiglia in Trentino. Le aziende presenti a Confindustria hanno investito tempo e risorse per ottenere la certificazione e l’impegno che oggi sottoscriviamo è fondamentale per la crescita del nostro territorio e per dare un futuro alla comunità trentina”.

 

     Trento, 12 aprile 2022 –  Oggi Confindustria ha ospitato la cerimonia di consegna degli attestati di certificazione Family Audit (di seguito FA) a 6 aziende trentine: Confindustria, GPI Spa, Autostrada del Brennero spa, Trentino Trasporti Spa, E-Pharma Spa, Trentino Sviluppo Spa.

Roberto Busato, direttore generale di Confindustria Trento, ha introdotto l’evento: “La nostra azienda crede fortemente in questa certificazione. Nel 2010 abbiamo sposato immediatamente il FA,  introducendo all’interno della nostra azienda misure di conciliazione, e ci siamo impegnati a promuoverla a tutte le aziende trentine. E’ un processo virtuoso per le aziende private e pubbliche, che è stato esportato anche a livello nazionale. Per ritirare l’attestato siamo andati a palazzo Chigi assieme ad aziende come Enel, Telecom, questo a confermare quanto le grandi aziende ci credono. Ora dobbiamo impegnarci con le aziende piccole. Il FA può promuovere un cambiamento organizzativo volto al benessere dei lavoratori, è un’operazione win-win, dove aumenta la produttività e migliora il clima aziendale. La collaborazione con l’Agenzia per la coesione sociale non si ferma qui: abbiamo deciso di co-organizzare un evento anche durante il Festival della famiglia 2022”.

Luciano Malfer, dirigente generale dell’Agenzia per la coesione sociale della Provincia Autonoma di Trento, ha dichiarato: “il FA nasce da una idea nel 2006 e ringrazio la Giunta che da sempre ha creduto e sostenuto questo progetto. Ora abbiamo grandi sfide davanti: a livello territoriale, quasi tutte le aziende pubbliche sono certificate e ora stiamo lavorando con l’associazione Artigiani e Confindustria per promuovere la certificazione ad altre aziende. Dai nostri indicatori emergono dati molto positivi: ad esempio, abbiamo un indice positivo nell’occupazione femminile, grazie alla flessibilità oraria; un indice sulle pari opportunità: il Ministero ha varato dei fondi specifici a riguardo nel PNRR; un indice di produttività: politiche che creano valore sia al dipendente, che all’azienda: calano del 15% gli straordinari, rientro anticipato dalla maternità, minor assenteismo, meno giornate di malattia. Il salto ulteriore che proponiamo oggi è quello della “cultura di rete”, visto che le aziende qui presenti hanno espresso la volontà di costituire nuovi Distretti Family Audit per mettere a fattor comune le rispettive buone pratiche e crearne di nuove, attivando servizi inter-aziendali a favore del benessere delle imprese, dei dipendenti e del territorio.”

Fausto Manzana, presidente Confindustria Trento e presidente del Gruppo GPI spa, ha commentato: “questa certificazione punta al benessere. Ogni impresa sana che investe in sostenibilità sociale, economica, ambientale è elemento chiave di crescita. Lato professionale e umano vanno valorizzati congiuntamente. Tutti abbiamo da gestire problemi di inizio e fine vita, soprattutto per il genere femminile a causa del manage familiare e l’equilibrio vita-lavoro non sempre facile. Dal 2008 GPI è certificata e, anche grazie al FA, in Trentino registriamo 10 punti sopra la media nazionale nell’occupazione femminile. La sfida ora è coinvolgere anche le piccole aziende: il 5,8% delle impresetrentine non arriva a 10 – ha aggiunto – qui la flessibilità è un problema ma dobbiamo risolverlo. Il welfare deve essere una componente importante per lo sviluppo trentino, al fine anche di attrarre i giovani e le loro future famiglie.

Hanno preso la parola poi i rappresentanti delle sei realtà aziendali trentine in merito al tema: “La certificazione Family Audit: il valore creato all’interno dell’azienda e sul territorio”.

Diego Cattoni,  AD di Autostrada del Brennero Spa: “Abbiamo progetti da tempo nel settore, visto che siamo state tra le aziende pilota ad ottenere il FA in Trentino. Stiamo sostenendo con vigore i valori della sostenibilità e dell’ambiente, come ad esempio “il Green corridoio del Brennero” con zero incidenti e zero inquinamento, declinando anche i piani del PNRR. Abbiamo attenzione al welfare aziendale, e numerose azioni sono state introdotte a favore dei 1000 dipendenti che lavorano nel trasporto su gomma e gli altri 800 nel trasporto ferroviario. Varie azioni che volgiamo ora tradurre anche per il personale occupato nel trasporto su rotaia e ad altre aziende del gruppo. Il successo aziendale transita anche attraverso la soddisfazione dei propri collaboratori per coniugare nel migliore dei modi il mondo della famiglia e del lavoro”.

Diego Salvatore, presidente di Trentino Trasporti Spa, ha commentato: “Noi siamo un’azienda  FA giovane, visto che abbiamo iniziato il percorso nel 2017 e nel 2020 ottenuto il FA Executive e nel 2021 avviato il percorso di consolidamento della certificazione. Percorso che ha portato risultati importanti per i nostri 1.300 dipendenti: dare la possibilità ad esempio alle lavoratrici di avere flessibilità oraria, ha portato un miglioramento del clima aziendale, misurabile con la riduzione di giorni di malattia e del lavoro straordinario. La conciliazione porta beneficio anche alla produttività aziendale con lo sviluppo di un clima meno conflittuale. Ora però un passo ulteriore con il Distretto Family Audit, assieme ad Autostrada del Brennero, per fare rete anche con altre aziende per il reciproco scambio di esperienze e l’organizzazione di servizi interaziendali per la crescita anche del territorio.”

Paolo Cainelli, presidente di E-Pharma Spa: “abbiamo sempre creduto al FA e abbiamo realizzato un nido aziendale ancora prima di intraprendere il percorso. Stiamo lavorando sul tema dell’orario flessibile, soprattutto con la pandemia dove siamo riusciti a garantire la piena esecutività aziendale. Facciamo ricerca e sviluppo e produciamo per le aziende farmaceutiche a livello internazionale. Forte componente femminile nel comparto della ricerca-sviluppo e dunque abbiamo un’attenzione particolare, visto che sono risorse qualificate e non possiamo permetterci di perderle. Il percorso del FA ci ha permesso di ottimizzare ulteriormente le azioni e siamo pronti a metterci in gioco nel prossimo Distretto Family Audit”.

Albert Ballardini, vicepresidente di Trentino Sviluppo Spa, ha portato testimonianza: “C’è un clima sereno da noi, anche grazie al FA. Ci sono dipendenti con e senza figli, con anziani da gestire, con familiari con disabilità e i pensieri ce li portiamo dietro anche sul lavoro. Un aiuto come questo del FA è importante: sottolineo che mai come ora è fondamentale sviluppare “la gentilezza” nelle relazioni. E’ importante potersi parlare e ascoltare, non solo tra collaboratori, ma anche tra i datori di lavoro e i propri dipendenti.”

Matteo Santoro, Direttore Generale di GPI spa ha concluso dicendo: “Per noi è un onore essere qui, perché per noi la certificazione più che uno standard od un processo, è un valore e un’opportunità di crescita per una impresa. La pandemia ci ha messo a dura prova e in questa fase abbiamo sperimentato una nuova fase di lavoro facendo diventare lo smart working strutturale e questa misura ci ha permesso di crescere del 25%. Ad oggi abbiamo 8000 dipendenti con 50 acquisizioni sparse in tutto il mondo. Abbiamo conosciuto culture differenti e il FA ci ha aiutato ad essere inclusivi. Il FA è un valore nodale per il futuro della nostra impresa e ci permette anche di essere eco-sostenibili”.

MAGGIORI INFORMAZIONI:

Provincia autonoma di Trento – Agenzia per la coesione sociale - Ufficio Family Audit

familyaudit@provincia.tn.it; 0461-493236

(an)

Intervista assessore Stefania Segnana

https://youtu.be/InOgWJzarBA

Consegna Certificati

https://youtu.be/lqR1P8AYDGU

Pubblicato il: Martedì, 12 Aprile 2022 - Ultima modifica: Martedì, 26 Aprile 2022

Valuta questo sito

torna all'inizio del contenuto