Vai menu di sezione

Bergamo “padrona di casa" della terza edizione in streaming

Il Comune di Bergamo ospita il 30 ottobre la Convention dalle 11.00 alle 12.30 in diretta streaming

Il Comune di Bergamo, che ha aderito nel 2018 al network nazionale dei Comuni Amici della Famiglia, ospita il 30 ottobre la terza edizione della Convention nazionale trasmessa, dalle 11.00 alle 12.30, in diretta streaming sul canale facebook.com/familyinItalia, facebook.com/trentinofamigliapat e sul canale youtube del Comune di Bergamo.

Un programma di interventi ricco di spunti, riflessioni ed esperienze centrate sul tema delle politiche per la famiglia orientate al benessere e allo sviluppo sostenibile delle città.

Sono molto contenta che Bergamo faccia da “’padrona di casa” a quest’appuntamento che, nel delicato momento che stiamo vivendo, acquista particolare valore ponendo al centro del dibattito il benessere delle famiglie, cioè di tutte le età della vita, in un mondo le cui complessità sono messe ancora più in luce dall’emergenza Covid-19. A partire da tali complessità dobbiamo però indicare una prospettiva, dentro un’idea di accompagnamento e supporto il più possibile vicino alle famiglie” Dichiara Loredana Poli, Assessore all’Istruzione e Politiche per i giovani del Comune di Bergamo

Il piano delle famiglie del Comune di Bergamo, che illustrerò durante l’incontro del 30 ottobre, – completa Loredana Poli – mette a fuoco un lavoro interassessorile che abbiamo impostato nello scorso mandato grazie anche alle sollecitazioni della Consulta delle politiche familiari. Siamo poi ripartiti con la costituzione di un’unica Direzione dei servizi sociali ed educativi che costituiscono il cuore delle politiche per le famiglie.”

Il Piano per il benessere delle famiglie si inserisce nell’obiettivo ambizioso dell’Amministrazione di costruire una città accogliente, inclusiva e solidale. – aggiunge l’Assessore alle Politiche Sociali Marcella Messina – Stiamo lavorando perché Bergamo sia un luogo sempre più capace di mettere al centro il progetto di vita delle persone e la conciliazione tra tempi delle famiglie e tempi del lavoro, di investire nella tutela dei più fragili attraverso interventi di sollievo e di autonomia, di valorizzare le famiglie come interlocutori competenti anche grazie a percorsi formativi. La strada per realizzare tutto ciò passa attraverso interventi educativi e progetti che vedono il coinvolgimento dei care giver, degli anziani come risorsa attiva, del mondo dell’associazionismo e del volontariato, tutti interlocutori indispensabili per mobilitare energie preziose in ogni dimensione sociale e trasformare la città in comunità.”

Alla Convention interverranno i coordinatori del "Network nazionale Comuni amici della famiglia", Mauro e Filomena Ledda, per ripercorrere la storia del network: "Nelle città di Trento ed Alghero - ricordano i coniugi Ledda - è iniziata la rivoluzione della famiglia, che si sta diffondendo in Italia e in Europa, grazie alla creazione del Network europeo dei Comuni Family Friendly."

Sarà anche presente Luciano Malfer, Dirigente dell'Agenzia per la famiglia, natalità e politiche giovanili della Provincia autonoma di Trento, che spiegherà in cosa consiste questa "rivoluzione" e, nello specifico, il cambio di cultura e di indirizzo che la certificazione “family” introduce all'interno di un’Amministrazione comunale: "La nostra Agenzia fornisce il know how per accompagnare il reindirizzamento trasversale di tutte le politiche in un'ottica di attenzione alla dimensione familiare".

Il programma, che vedrà concludersi con gli interventi del Sindaco di Bergamo Giorgio Gori, del Presidente European Large Family Confederation ( ELFAC) Regina Maroncelli e di Marta Nalin, Assessore alle Politiche familiari del Comune di Padova, prevede anche la partecipazione di: Roberto Poli, Futurista e titolare della Cattedra UNESCO sui sistemi anticipanti dell’Università di Trento; Alessandro Santoni, Sindaco di San Benedetto Val di Sambro; Maria Chiara Franzoia, Assessore al Bilancio del Comune di Trento; Chiara Maule, Assessore alla Famiglia del Comune di Trento; Cinzia Locatelli, Sindaco di Cerete e Presidente Rete dei Comuni della Presolana; Roberto Mura, Consigliere comunale del Comune di Cagliari.

_______________________________________________

Il Network nazionale dei Comuni Amici delle Famiglie è una rete che raggruppa enti locali che, a livello nazionale, intendano promuovere fattivamente il benessere famigliare e rendere il loro territorio "amico della famiglia" sulla base dell'esperienza e del know-how sviluppato dalla Provincia autonoma di Trento e promosso dalla stessa Provincia, dal Comune di Alghero e dall'Associazione nazionale famiglie numerose.

La Provincia Autonoma di Trento da diversi anni è impegnata nella promozione del benessere delle famiglie sul territorio, con l'istituzione, nel 2009, dell'incarico speciale di "Coordinamento politiche familiari e di sostegno alla natalità", con la successiva approvazione del "Libro Bianco" sulle politiche familiari, in cui si descrivono in modo dettagliato gli obiettivi da raggiungere per il benessere della famiglia in Trentino, con 'approvazione, nel 2011 da parte del Consiglio provinciale di una legge innovativa sulla famiglia intitolata "Sistema integrato delle politiche strutturali per la promozione del benessere familiare e della natalità" e, sempre nel 2011, con la nascita dell'Agenzia per la famiglia, la natalità e le politiche giovanili.

PROGRAMMA IN ALLEGATO

PER MAGGIORI INFORMAZIONI:

Fabrizia Lorusso - Comune di Bergamo, fabrizia.lorusso@comune.bg.it - 338 6099253

Allegati
Data di pubblicazione
28/10/2020
Politiche familiari
Pubblicato il: Mercoledì, 28 Ottobre 2020

Valuta questo sito

torna all'inizio del contenuto