Vai menu di sezione

Assegno di studio per la retta scolastica per gli studenti frequentanti le istituzioni scolastiche paritarie della provincia di Trento

Concessione di un assegno di studio a fronte delle spese di iscrizione e frequenza delle scuole paritarie con sede in provincia di Trento. L'assegno di studio è corrisposto nell'ammontare compreso fra la misura minima di euro 50,00 fino all'importo massimo di euro (gli importi sono riferiti all’anno scolastico 2017/18):

- 600 per la scuola primaria,

- 700 per la scuola secondaria di primo grado (media);

- 1.100 per la scuola secondaria di secondo grado (superiore).

Per la determinazione dell’importo dell’assegno di studio spettante a ciascuno studente si tiene conto di quanto segue:

a) l’entità dell’assegno di studio spettante a ciascun beneficiario è inversamente proporzionale alla condizione economica del nucleo familiare valutata secondo i criteri stabiliti dalla disciplina ICEF;

b) l’importo dell’assegno di studio non può in ogni caso superare l’ammontare della retta di iscrizione e frequenza a carico del singolo beneficiario.

L’assegno di studio non è cumulabile con altri assegni o borse di studio concessi, per le medesime finalità, dalla Provincia su altre leggi provinciali.

Contatti

Ufficio istruzione del primo ciclo - Servizio Infanzia e istruzione del primo grado - Dipartimento della Conoscenza – Provincia Autonoma di Trento
E-mail:
uis@provincia.tn.it
Telefono principale:
0461/497235 - 6973
Sito web:
Chi può fare domanda

Studenti frequentanti le istituzioni scolastiche paritarie site in provincia di Trento in possesso dei seguenti requisiti:

a) residenza in provincia di Trento;

b) aver conseguito la promozione alla classe frequentata nell’anno scolastico al quale la concessione dell’assegno di studio si riferisce;

c) aver frequentato la classe di iscrizione per almeno un quadrimestre nell’anno scolastico al quale la concessione dell’assegno di studio si riferisce;

d) appartenere ad un nucleo familiare la cui condizione economica non superi i limiti stabiliti annualmente con proprio provvedimento dalla Giunta provinciale;

e) avere un’età non superiore ai venti anni alla conclusione dell’anno scolastico cui si riferisce l’assegno di studio.

Come aderire

La domanda di assegno di studio deve essere presentata all'istituzione scolastica paritaria, frequentata dallo studente destinatario del beneficio, utilizzando il modulo predisposto dalla struttura provinciale competente in materia di istruzione, entro i termini stabiliti annualmente dalla Giunta provinciale.

Parole chiave
torna all'inizio del contenuto
Pagina pubblicata Martedì, 06 Marzo 2018 - Ultima modifica: Lunedì, 28 Maggio 2018

Valuta questo sito

torna all'inizio del contenuto