Vai menu di sezione

Adozione nazionale e internazionale

L'adozione è la risposta al bisogno affettivo, materiale di cura ed educativo di un bambino impossibilitato a crescere nella sua famiglia di origine. Si fonda sul diritto del bambino ad avere una famiglia adeguata a prendersi cura di lui e a crescerlo. Con l'adozione egli diventa a tutti gli effetti figlio degli adottanti.

L'adozione può essere nazionale o internazionale.

Per essere adottato un bambino deve essere dichiarato adottabile, cioè la sua condizione di abbandono deve essere accertata da un'autorità giudiziaria preposta. Nell'adozione nazionale tale autorità è il tribunale per i minorenni competente territorialmente se il bambino è residente in Italia. Nell'adozione internazionale l'autorità è quella del paese estero da cui proviene il bambino che deve anche verificare che non vi sia possibilità per lui di trovare una famiglia idonea nel suo stato di origine. Il bambino, infatti quando è possibile, ha il diritto di mantenere almeno il paese e la cultura in cui è nato.

L'adozione è quindi un incontro di due storie iniziate in modi diversi che proseguiranno insieme costruendo una loro storia comune.

Diventare famiglia adottiva significa aprirsi consapevolmente all'accoglienza di un bambino abbandonato, italiano o straniero, che ha bisogno di una famiglia disponibile a crescerlo e ad amarlo nella sua interezza con la sua storia e il suo DNA.

Nel percorso verso l'adozione si inseriscono:

  • nella fase precedente l'adozione: l'attività di informazione e preparazione per gli aspiranti all'adozione
  • nella fase postadottiva, successiva all'adozione: l'accompagnamento e sostegno alla famiglia adottiva.

Si vedano le schede specifiche in basso.

Contatti

Ufficio età evolutiva, genitorialità e centro infanzia - Servizio Politiche Sociali - Provincia Autonoma di Trento
E-mail:
centro.infanzia@provincia.tn.it
Telefono principale:
0461/925611
Sito web:
Chi può fare domanda

Possono adottare i coniugi sposati da almeno tre anni (senza periodi di separazione neppure di fatto) o che abbiano convissuto stabilmente prima del matrimonio per analogo periodo, affettivamente idonei ad educare, istruire e mantenere i minori che intendono adottare. La differenza di età con il minore da adottare deve essere minimo 18, massimo 45 anni. Chi non è coniugato può adottare solo nei casi particolari previsti dalla legge n.1847/'83 art. 44.

Aventi diritto
Come aderire

Per avere informazioni sull'adozione e sul percorso adottivo si può richiedere un colloquio informativo ai servizi sociali adozione della propria zona di residenza il cui elenco aggiornato si trova sul sito www.trentinosociale.it  (percorso da seguire: guida ai servizi - adozione - a chi posso rivolgermi).

Copertura geografica
torna all'inizio del contenuto
Pagina pubblicata Mercoledì, 14 Marzo 2018 - Ultima modifica: Giovedì, 12 Aprile 2018

Valuta questo sito

torna all'inizio del contenuto