Attualità

Cattura

Festival della famiglia: si consegnano 110 certificati Family Audit

Al Festival della Famiglia, in programma a Trento dal 27 novembre al 2 dicembre, si discuterà anche di conciliazione famiglia-lavoro: due sono infatti gli appuntamenti contrassegnati dal marchio Family Audit, la certificazione che introduce un percorso virtuoso di armonizzazione dei tempi di vita/lavoro all’interno delle organizzazioni per giungere a nuovi traguardi di performance aziendali.

Al Festival della Famiglia, in programma a Trento dal 27 novembre al 2 dicembre, si discuterà anche di conciliazione famiglia-lavoro: due sono infatti gli appuntamenti contrassegnati dal marchio Family Audit, la certificazione che introduce un percorso virtuoso di armonizzazione dei tempi di vita/lavoro all’interno delle organizzazioni per giungere a nuovi traguardi di performance aziendali. Il 28 novembre si terrà la cerimonia di consegna di 110 certificati Family Audit e Family Audit Executive alle organizzazioni che hanno acquisito la certificazione, sia in forma autonoma, sia aderendo allo standard tramite i bandi della prima e seconda sperimentazione nazionale. Le organizzazioni interessate alla certificazione sono state fino ad ora circa 190, tra nazionali e locali, con il coinvolgimento di quasi 100.000 dipendenti.

L’evento sarà aperto dai saluti istituzionali di Giuseppe Di Donato del Dipartimento per le Politiche della Famiglia della Presidenza del Consiglio dei Ministri, moderatrice sarà Adele Gerardi giornalista e autrice del libro “Family Audit - Storie di aziende Family Friendly”, che sarà presentato durante il convegno. L’appuntamento del 28 novembre sarà inoltre occasione per ascoltare la viva voce e le testimonianze di alcune aziende che hanno raggiunto questa certificazione e che hanno partecipato alla pubblicazione curata dalla Gerardi per conto dell’Agenzia per la Famiglia.
Il convegno sarà inoltre arricchito dall’esposizione da parte dell’équipe ricercatrice dell’Università di Bologna dei primi risultati dell’indagine, realizzata a livello nazionale, sull’impatto dei Piani aziendali Family Audit nelle organizzazioni certificate in termini di benessere lavorativo, flessibilità oraria, ecc..
Il secondo evento del Festival in tema di conciliazione famiglia-lavoro, si svolgerà nell’arco di tutta la giornata di mercoledì 29 novembre (partecipazione solo su invito) e saranno invitate le organizzazioni certificate Family Audit per una prima esperienza di “Matching tra aziende".
Il Matching è una forma di Share Economy, una consulenza tra chi ha un’esperienza diretta verso chi vuole mettersi alla prova. È un’esperienza di contaminazione tra organizzazioni che permette di creare “reti” di connessione concreta tra responsabili. Il valore del Matching sta nell’assaporare la condivisione in modo diretto e avere quelle risorse umane e professionali disposte a dare supporto agli altri. Questa iniziativa vuole offrire alle organizzazioni un momento di confronto su particolari contenuti legati all'applicazione di azioni proprie della certificazione Family Audit, ma anche la possibilità di creare contatti, scambi...reti, appunto, tra aziende che credono nella conciliazione vita-famiglia-lavoro.
Lo svolgimento del Matching prevede la composizione di 6 tavoli di lavoro. Ad ogni tavolo prenderanno posto 2 organizzazioni/aziende "leader", con il compito di presentare ciascuna un'azione significativa estratta dal proprio Piano aziendale, 8 organizzazioni interessate ad approfondire le azioni proposte per uno scambio di esperienze e di quesiti, un coordinatore con il compito di raccogliere i contenuti del Matching e di presidiare la tempistica degli scambi. Nell'arco della giornata il Matching si svilupperà in quattro momenti, di circa 45 minuti ciascuno, in modo tale che ogni organizzazione possa partecipare nell’arco della giornata al lavoro di 4 tavoli.

Per informazioni www.festivaldellafamiglia.eu

< visualizza le notizie del mese di Novembre

< altre notizie

Richiesta informazioni

* = campo obbligatorio

Ai sensi del D.Lgs.196/2003 si informa che i dati personali liberamente comunicati a seguito dell'inoltro del presente modulo verranno trattati con la massima riservatezza. Per ulteriori dettagli leggi l'Informativa Privacy.